COSA È L’APE

L’APE (attestato di Prestazione energetica)è un documento redatto da un tecnico abilitato, chiamato certificatore energetico, che stima il consumo energetico di un’unità immobiliare. Il certificatore energetico deve essere iscritto in apposito elenco regionale.

 

A cosa serve?

La sua funzione è consentire il confronto tra gli immobili dal punto di vista energetico, al fine di valorizzare quelli che hanno migliori caratteristiche di efficienza e risparmio energetici. Quindi L’APE è finalizzato a tutelare ed informare sui consumi energetici chi sta per affittare o acquistare un immobile.

L’obbligo dell’APE è vigente dal 2009 per le compravendite e dal 2010 per gli affitti.
La Certificazione Energetica è richiesta nei seguenti casi :
• Compravendita: trasferimenti a titolo oneroso (es. rogito, permuta)
• Donazione: trasferimenti a titolo gratuito
• Affitto di edifici o singole unità immobiliari
• Annunci di vendita o affitto di unità immobiliari (per determinare l’indice di prestazione energetica)
• Edifici di nuova costruzione al termine dei lavori.
• Ristrutturazione importante quando i lavori insistono su oltre il 25% della superficie dell’involucro (pareti e tetti) dell’intero edificio.
• Edifici pubblici ed aperti al pubblico.
• Per tutti i contratti nuovi o rinnovati per gestione degli impianti termici o di climatizzazione di edifici pubblici.
• lavori di riqualificazione o ristrutturazione che modificano la prestazione energetica dell’immobile, come ad esempio in caso di sostituzione degli infissi, della caldaia, posa di isolante, etc

 

Cosa sono le classi energetiche?

Le classi Energetiche degli edifici possono cambiare in base alle disposizioni regionali; uno dei modelli generali è fornito dalla Regione Lombardia che vede 8 classi di riferimento attribuite in base al fabbisogno di energia primaria che è necessaria per riscaldare ogni metro quadro di superficie.
Al fine di semplificare le Classi energetiche vengono usati degli indicatori. Le classi energetiche più performanti sono le A4, A3, A2, A1 alla quale si assegna un valore più alto, seguite poi dalle classi B – C – D – E – F e infine la classe G con punteggio più basso attribuito.

In merito all’incidenza delle classi energetiche sul valore di un immobile, possiamo dire che immobili simili ma con classi energetiche differenti possono subire un’oscillazione sul prezzo di vendita che possono variare e arrivare anche al 30% a seconda che siano in classe A o G.

 

Quando un’abitazione è in classe energetica A4?

Le unità abitative in classe A4, a basso consumo energetico e ad alta efficienza , sono rientranti nel punto più alto della scala di classificazione della prestazione energetica.

Il raggiungimento di questi risultati è garantito dalla realizzazione di un sistema abitativo composto da:

  1. un involucro edilizio provvisto di isolamenti termici altamente performanti per la costruzione delle strutture opache orizzontali e verticali (Muri),
  2. particolari attenzioni costruttive ai punti critici (Ponti termici),
  3. chiusure trasparenti a basso emissivo (serramenti e vetri)
  4. scelte impiantistiche evolute che utilizzano di fonti di energia rinnovabile, quali:
    • Pompa di calore elettrica per la generazione di fluido termovettore a servizio dell’impianto di climatizzazione estiva, riscaldamento invernale e acqua calda sanitaria.
    • Impianto fotovoltaico a servizio del fabbisogno della pompa di calore
    • Impianto radiante a pavimento per un maggior confort termico, garantendo la temperatura omogenea negli ambienti, e integrazione nei bagni di termo arredo provvisti di resistenza elettrica.
    • Ventilazione meccanica controllata (VMC) in grado di assicurare un costante ricambio d’aria e il recupero del calore, impedendo cosi la formazione di muffe, pulviscoli, odori cattivi e aria viziata. Il costante riciclo d’aria aumenta anche la salubrità, facendo uscire l’aria interna, con umidità in eccesso, batteri e anidride carbonica.

Scegliere un’abitazione in classe A4 si traduce in un sostanziale risparmio sulle bollette fino all’80 % rispetto ad un’abitazione datata.
Volendo fare un esempio una classe A4 garantisce un risparmio 10 volte superiore rispetto ad una classe G.

L’abitazione è un investimento per il futuro, per cui abbattendo i consumi di energia riduciamo notevolmente anche le spese energetiche; tutto questo, unito all’utilizzo dei migliori materiali da costruzione, che ne garantiscono una costante rivalutazione nel tempo dell’immobile stesso.

(autore Ing. Marina D. Di Marco)